caricamento...
chiudi ricerca

Risultati della tua ricerca:

DOPPIA REGISTRAZIONE SULLO SPLIT PAYMENT

DOPPIA REGISTRAZIONE SULLO SPLIT PAYMENT

Autore: Valentina Bolzacchini

Questo articolo contiene:

Società soggette controllo Regioni; Provincie; Unioni di Comuni; Comuni; doppia registrazione; iva split; partite di giro

21/09/2017

SFOGLIA GLI ARTICOLI
CON UN TOUCH

Il meccanismo della scissione dei pagamenti è stato esteso anche alle società soggette al controllo di Regioni, Provincie, Città metropolitane, Comuni, Unioni di Comuni e loro controllate.

Il Mef ha predisposto un elenco aggiornato delle società che applicano lo split.

Come per gli acquisti commerciali, gli enti dovranno effettuare una doppia registrazione, l’Iva a debito  deve essere annotata nel registro Iva vendite e l’Iva a credito nel registro Iva acquisti, pari all’importo dell’Iva a debito split non riscossa, al fine di ricondurre il saldo all’imposta effettivamente incassata.

Una volta registrata la fattura (solo imponibile), rimarrà aperto l’accertamento pari all’ammontare dell’imposta, che dovrà essere “chiusa” con una reversale emessa al tesoriere, e a pari importo sarà emesso un mandato, a rettifica dell’entrata che rappresentava l’Iva a debito, che non verrà versata.

In attesa di chiarimenti, si consiglia agli enti di tenere distinto il capitolo su cui disporre il giro dell’Iva split a debito non incassata, dal capitolo su cui si versa l’Iva all’erario.

Volendo aderire alla doppia contabilizzazione dell'Iva split commerciale nelle partite di giro, alle registrazioni sopra indicate dovranno aggiungersi un impegno ed un accertamento (al titolo VII spesa  e al titolo IX entrata)

? PONI UN QUESITO SULL'ARGOMENTO
TORNA AGLI ARTICOLI

CDA Studio Legale Tributario · P.I. 02050580204 · Via Cremona 29/a, 46100 Mantova · Tel. 0376/227111 · info@cdastudio.it